Maledetto inverno, Maledetto asilo

Mi avevano lanciato austere profezie su mesi di inferno con figli malati e contagi inevitabili, invece le due vichinghe stanno più che bene e Julia non ha ancora perso un giorno d’asilo.

Questo non vuol dire che in casa mia i batteri non proliferino.

Anzi, sono batteri dopati di EPO dell’ultima generazione.

E infatti, ci risiamo.

La sfigata dal sistema immunitario invincibile, quella che contava sullapunta delle dita nel corso di decenni le volte in cui era malata, la valchiria de noantri, si aggira spettrale per casa alternando colpi di tosse catarrosa a improperi vari.

Assomiglio sempre più all’immagine di Wendy 

la moglie di Jack Nicholson in Shining; vago per la casa con passo claudicante, vegeto sul divano provandomi la febbre ogni mezz’ora e bevo litri e litri di puzzolenti tisane bollenti.

Il mio badante americano si sta prendendo ottima cura di me, eppure non riesco a non inveire anche contro di lui, lui che è colpevole di stare bene e godere di ottima salute, lui che era quello malaticcio che si ammalava sempre, lui che tossiva per mesi di seguito.

La cena ha assunto contorni da incubo. L’inquinamento acustico era a tassi allarmanti, Julia continuava a parlare senza sosta, Sofia urlava dimenandosi dall’alto del suo seggiolone impiastricciata di pappa collosa ed io sotto una coperta sul solito divano, mangiavo di malavoglia una Spinacina surgelata che il badante tuttofare aveva preparato con la solita allegria.

Lo specchio mi odia e ride alle mie spalle. E non è il solo. Julia mi ha appena chiesto: “quando vai a tagliarti i baffi mamma che sono lunghi?”

19 giorni a fine gennaio

28 giorni a febbraio

Un totale di 47 giorni all’inizio di marzo.

Marzo. La primavera che sboccia, i primi bulbi si aprono, i narcisi e la forsithia fioriti.

La luce alla fine del tunnel non è così lontana.

La strada è ancora tortuosa, ma siate fiduciose donne…questo maledetto inverno passerà!

Annunci

Un pensiero su “Maledetto inverno, Maledetto asilo

  1. Mi dispiace per te, catarro, febbre, le bimbe da seguire….. però penso anche al povero badante americano, non solo deve seguire te ammalata, le bimbe che urlano, ma deve anche subire la vista….. DEI TUOI BAFFI!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...