Twilight saga

Subito dopo il secondo parto, una volta tornata a casa, c’era ogni notte ad aspettarmi sul comodino, un libro che volevo leggere da tempo.

“I fratelli Karamazov” di Dostoevskij.

Ma i giorni passavano, i risvegli notturni si facevano più impegnativi e le giornate sembravano durare quarantotto ore; capii allora che la storia tra me e la famiglia Karamazov doveva attendere.

Era tempo di cercare qualcosa di più leggero, qualcosa di più young.

Mia sorella, di sette anni più giovane e soprattutto di due figlie più leggera, mi aveva decantato le lodi di un’altra saga a cui mi sarei potuta appassionare.

Si trattava della Famiglia Cullen e della saga conosciuta da tutti col nome di “Twilight” e snobbata da tempo dalla sottoscritta.

All’inizio ero parecchio scettica, insomma la maggior parte delle fan del libro e soprattutto del film, erano adolescenti con la metà dei miei anni con appeso nella loro cameretta il poster di Robert Pattinson, tanto fanatiche da andare alle premiere di ogni nuovo sequel vestite a tema.

Sulle prime non ero particolarmente entusiasta, sarà stata la traduzione in italiano o semplicemente una mal disposizione d’animo nei confronti della Mormona scrittrice miliardaria; mi sembrava che lo stile e i dialoghi fossero dannatamente scontati in stile barzellette di Totti.

Eppure, più inveivo contro Bella e Edward e meno riuscivo a mettere giù il libro, tanto che Doug cominciava anche lui ad inveire, ma contro di me.

E’ andata a finire che, pur restando molto lontana dal podio del mio personalissimo metro di giudizio, tutte quelle storie di vampiri e licantropi mi hanno fatto superare i primi due mesi di vita di Sofia, regalandomi leggerezza, distrazione e qualche divagazione di stampo romantico (sshh, non ditelo a nessuno!)

Che non è poco.

Non si può bere Champagne tutti i giorni.

Annunci

Un pensiero su “Twilight saga

  1. Cosa dire di twilight, io e le mie amiche abbiamo letto già tutti e 4 i libri e siamo andate a vedere i tre film usciti al cinema, premesso che dopo New Moon abbiamo tradito il bello, ma bianco e secco vampiro, per lo scuro e muscoloso licantropo. Forse è un pò come dici tu, è evidente che è una saga romantica principalmente per adolescenti, ma anche noi trentenni anni or sono lo siamo state…..non c’è niente di male a tornare un pò indietro nel tempo (con un libro o con un film)? Nella realtà godiamoci invece le cose belle della nostra età, perchè ce le abbiamo anche noi!!!!
    Quando siamo andate a vedere New Moon al cinema senza saperlo avevamo prenotato proprio il primo giorno di programmazione…….un caos….orde di ragazzette che urlavo ogni volta che inquadravano Pattinson, la trentenne che è in noi si è ribellata e abbiamo decretato mai più, al prossimo cerchiamo di andarci dopo un paio di settimane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...