Julie & Julia

A Charlevoix, Michigan, non c’è molto da fare; neanche quando in estate i turisti si riversano in città per le due settimane di luglio in cui tutta la comunità interviene all’organizzazione degli eventi.

A parte qualche concerto giù al molo seduti sull’erba in mezzo ad un’infinità di teste bianche o una partita a bowling bevendo birra e ricordando il Grande Lebowski, le offerte per il dopo cena scarseggiano, quindi l’occasione di andare al cinema con mia suocera risulta sempre ben gradita.

Due estati fa, il film in questione era ancora sconosciuto in Italia, e in tutta onestà non avevo mai sentito parlare di Julia Child, una donna piena di entusiasmo dalla vita straordinaria, divenuta icona culinaria in tutta l’America.

Questa mattina mi sono svegliata con un sospetto chiarore che illuminava la camera, il genere di chiarore che entra dalla finestra quando nevica.

E infatti, pesanti fiocchi di neve cadevano incessantemente su questo giorno che i nostri vecchi chiamano “della merla”; ed io mi sentivo  particolarmente malinconica ed indolente così ho ascoltato il vecchio Pino Daniele che ha portato un poco di sole partenopeo su questo inverno infinito.

Poi, pensando ai biglietti aerei appena prenotati per quest’estate negli Stati Uniti, ho ripensato a una sera di due anni fa quando a braccetto con mia suocera camminavamo tra le strade e i giardini perfetti di Charlevoix per raggiungere il vecchio cinema che dava “Julie and Julia”.

Il film racconta due storie.

La vita di Julia Child, la donna che ha insegnato a mangiare agli americani attraverso la cucina francese imparata vivendo a Parigi, e Julie Powell, impiegata qualunque che inizia l’impossibile avventura di cucinare in 365 giorni tutte le 524 ricette contenute nel leggendario ricettario di Julia Child “Mastering the art of French cooking”.

Qual è la connessione tra queste due donne che in comune non hanno nulla?

Ricordate: l’America è la terra delle opportunità.

Julie Powell ha cominciato un blog in cui raccontava il suo progetto, la gente ha cominciato a leggerlo, una giornalista incuriosita l’ha intervistata, l’articolo è uscito sul New York Times

Boom!

E’ diventata famosa, ha scritto un libro basato sul suo blog e Nora Ephron ne ha fatto un film con la prima attrice sul mercato…Meryl Streep.

Dopo aver visto il film, essendo di sindrome ossessivo compulsiva, ho naturalmente voluto comprare il libro di Julie Powell, il ricettario francese di Julia Child – ho cucinato diversi piatti e se i vostri ospiti sopravvivono al burro farete un figurone (!) – ma soprattutto nella mia testa ha cominciato a farsi strada una strana idea.

Folle e totalmente insensata.

Come quella di Julie.

E se anch’io facessi un blog?

Annunci

2 pensieri su “Julie & Julia

  1. Io sarei la prima lettrice!!!!
    😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...