Anche questo è Liguria

In una giornata senza vento, dalle valli circostanti salgono, lenti e biancastri, i fumi dei contadini che bruciano sterpaglie e rami secchi.

Una coppia di anziani, stretti dentro un’Ape Piaggio, passa davanti al cancello e bip bip, il clacson echeggia festoso, seguito da sorrisi sdentati.

Due uomini sugli ottanta, siedono in ospedale aspettando il proprio turno, le mani congiunte, ruvide e grosse, indurite da una vita di lavoro, chiacchierano in dialetto e ricordano i tempi dell’esplosione, giù alla galleria di Bonassola.

Un’anziana signora riposa sul ciglio della strada e aspetta qualcuno – non importa quando – che le dia un passaggio, deve andare a Lievantu; è restata in casa per due settimane e dal monte si incammina verso il paese, in mano il bastone.

Abbienti e facoltosi signori campano in ristrettezze, passando denaro tra le dita veloci, camuffando l’avarizia con la parsimonia.

Il picchio ha cominciato a picchiettare, il fringuello a cantare e i cani randagi a spasso per le vallate scorrazzano a coda alta.

Giù alla spiaggia, le barche tirate in secca, si lustrano per la stagione, fra qualche settimana si torna in mare.

Qualche casa più in giù, Renzo fa partire la motosega, il freddo non se n’è ancora andato e bisogna preparare le zocche per la stufa in casa.

La delicatezza incontra la durezza, in un paziente succedersi di colori e stagioni, anche questo è Liguria.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...