Pazienza e perseveranza

Ultimamente, seguendo le orme di Augusto, il nostro amico artista ultra ottantenne, sto consultando l’oracolo cinese conosciuto dai più col nome di I-ching.

Lo so, potrebbe sembrare a primo acchito una pratica stravagante per darsi un’aria mediamente colta, sfoderando un’antica usanza cinese vecchia di millenni.

In realtà il fascino delle sentenze del Conte di Chou, come aveva saputo apprezzare  anche Jung consultando l’oracolo per se stesso, sta nel fare perno sulla forza della propria intuizione.

Scusandomi per questo interminabile preambolo, ho cominciato a notare che il comune denominatore ad ogni mia domanda all’oracolo era la parola: Perseveranza.

“Oracolo, avrò fortuna con il mio blog?” “Perseveranza reca salute!”

“Oracolo, ho fatto bene a trasferirmi con la famiglia?” “Propizia è perseveranza.”

“Oracolo, che strada prendere per raggiungere i miei obiettivi?” “Perseveranza nelle avversità!”

Avete presente una piantina che verso metà inverno finisce il suo periodo di riposo e comincia a buttare prima una poi decine di gemme che col tempo si trasformeranno in fiori? Se la osservate attentamente, scoprirete che dal momento che la gemma affiora a quello in cui il fiore esplode, passano parecchie settimane, addirittura mesi.

Hugo, Tolstoj, Dickens, ci hanno lasciato in eredità, per sempre, libri lunghi mille pagine, e solo poche persone riescono oggi a trovare la voglia di intraprendere un simile viaggio fatto anche di stallo, noia e incertezza se continuare o meno l’impresa. Ma chi ha tenuto duro sa che la ricompensa arriva sempre alla fine dell’ultima pagina.

Scrivere un blog, dipingere una tela enorme solo per il gusto di farla, vivere delle proprie passioni nascoste e infruttose, richiede una grande quantità di perseveranza, una sfida intima nei confronti di se stessi poichè i risultati spesso non arrivano e la smania di riconoscimenti può rovinare la genuinità dell’intento.

Eppure i grandi artisti, quelli che sono arrivati alla fama vicino alla morte, quelli che hanno bussato a migliaia di porte chiuse prima di raggiungere il sogno, sono la prova reale che pazienza e perseveranza sono le virtù  che servono per avere fortuna.

Ho avuto la possibilità in questi mesi di ottenere, attraverso le porte sbagliate, un probabile successo; certo, rifiiutare un immediato seppur effimero risultato, non è stato scevro di indecisione, ma nel profondo sento che è stata la scelta giusta.

Oggi le persone, i ragazzi in particolare, vivono divorando i propri stimoli, sognando trionfi privi di sacrificio.

Ma così come la pazienza e la perseveranza portano a un successo duraturo, la celebrità senza il talento porta soltanto ad un’ illusoria fama.

Se è vero che ognuno di noi avrà i suoi quindici minuti di gloria, è altrettanto vero che quando l’onda passa, della scia rimane ben poco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...