Il mare basta e avanza

Quando arriva un invito per una gita in barca, e fuori ci sono trentacinque gradi all’ombra e sai che i turisti affolleranno già alle nove del mattino quei cinquanta metri di spiaggia libera rimasti, non puoi certo dire di no.

Anche i bambini lo capiscono, e infatti, da quando lo sanno continuano a domandare “E’ adesso che andiamo in barca? Quando ci svegliamo dalla nanna, andiamo sulla barca?”

Quindi, questa mattina, ancora prima del tè e i cereali, ero già in piedi a preparare la pasta fredda per il pic-nic marinaro, ripensando con un’inaspettata sventagliata di nostalgia, a mia madre quando preparava i panini da portare per qualche gita in vacanza.

La costa verso Bonassola è frastagliata e piena di insenature, baie, cunicoli, grotte che dalla spiaggia di Levanto non ci si può nemmeno immaginare; è un mondo riservato a quei privilegiati che hanno a disposizione un mezzo di trasporto che non sia il semplice materassino gonfiabile.

Il posto che abbiamo scelto, ricorda dall’acqua vagamente le Seychelles, per via di quelle rocce e sassi immensi che spuntano tondi e levigati fuori e dal mare; la Grotta del Diavolo è lì a due bracciate e una volta sistemati sulla spiaggia adiacente, i posti da esplorare sono infiniti.

La grotta è una delle attrazioni della costa, bisogna nuotare verso l’insenatura, dirigersi in un cunicolo che con l’alta marea diventa via via sempre più piccolo e dopo qualche metro di oscurità ci si ritrova proiettati in una piccola piscina naturale di acqua turchese nel ventre della grotta, appunto.

Le pareti di roccia sono ricoperte da uno strato di alghe rosa, e l’effetto della luce del sole (che purtroppo non abbiamo potuto vedere) che entra dagli spiragli, dicono sia imperdibile. Già così, nel silenzio intervallato dai flutti sugli scogli e i giochi di luce tra chiaro e scuro, ci sembrava di essere in un posto magico.

I bambini non sono venuti, sono rimasti con un adulto sulla spiaggia a cercare granchi.

Molti conoscenti o amici, scelgono la riviera adriatica come meta delle loro vacanze al mare perché offre comodità e cortesia, spiagge attrezzate e servizi per grandi e piccini all’avanguardia, compensando in questo modo la mancanza di un bel mare.

Chi prova la riviera romagnola, non è più disposto a cambiare destinazione; sento spesso dire da genitori con figli piccoli (a volte sotto i tre anni): “Ah, è così comoda la spiaggia attrezzata di V.!” oppure “Ah, nel nostro bagno ci sono i giochi, gli scivoli, le altalene e pensa, fanno pure la merenda ai bambini alle undici del mattino”.

Non posso fare a meno di chiedermi: ma i bambini, hanno davvero bisogno di tutto questo intrattenimento per divertirsi?

Quando ero piccola, già mettere le mani nella sabbia era un’esperienza esotica, potevo giocare per ore solo scavando buche, tunnel e vulcani. All’epoca non era ancora scoppiata la moda della spiaggia attrezzata e i miei genitori, come facciamo ora anche noi, si caricavano come asini da soma, con sdraio e ombrelloni, stuoini e borse frigo e camminavano decine di centinaia di metri fino ad arrivare alla spiaggia designata per quel giorno.

Le mie figlie non hanno bisogno di molto per divertirsi al mare, la spiaggia offre già tutto: sassi dalle forme strane, bastoncini e vetri colorati, arrampicate sugli scogli, corse sul bagnasciuga, bagni interminabili.

Il mare è la baby-sitter migliore che si possa assumere, ed è pure gratis!

Se cominciamo ad abituare i nostri figli a stimoli e intrattenimenti precostituiti (che quasi sempre richiedono la presenza di un adulto), allontanandoli da quell’impulso di scoperta così naturale a quella età, diventeranno via via sempre meno indipendenti e perderanno il gusto dell’avventura che noi, bambini di ieri, abbiamo avuto la fortuna di poter assaporare.

 

    

 

   

Annunci

2 pensieri su “Il mare basta e avanza

  1. confermo!!!!
    li porto al mare, poco per la verità quet’anno, e giocano e si stancano…senza problemi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...