Mi scappa la pipì

mi scappa la pipì

Li vedi dietro gli alberi di un parco cittadino, nelle rientranze degli edifici, negli spiazzi lungo le autostrade, spesso incuranti di chi possa passare a qualche metro da loro.

Sono giovani zoticoni o lavoratori di mezza età, vecchi contadini o semplici impiegati, hanno vite e condizioni sociali diverse, ma un comune marchio distintivo. 

Sono gli esibizionisti della pisciata.

Se una donna – a parte qualcuna che conosco, e anche piuttosto da vicino – anziché accucciarsi dietro una macchina si fa scoppiare la vescica o al limite entra in bar per il solito caffé e toilette, gli uomini non si fanno scrupoli a sbandierare l’argenteria alle prime avvisaglie di diuresi.

Questa mattina, mentre sorseggiavo assonnata un tè verde, vedo nello spiazzo davanti a casa, un camioncino che si ferma. “Dovranno fare una consegna” ipotizzo distratta. L’autista esce dal veicolo, e invece di guardarsi intorno smarrito, punta sicuro verso l’albero più vicino – direttamente di fronte alla mia finestra – e tira fuori gli arnesi del mestiere. Un bel dieci secondi di sventagliamento, su e giù, a destra e a sinistra, effettuato con dovizia di cura, e poi via sulla macchina.

In definitiva, non doveva consegnare proprio un bel niente.

Qualche tempo fa scrivevo dei figli maschi e della loro apparente incontinenza, ma ho realizzato solo oggi, non senza un certo sconcerto, che la relazione e le tempistiche di “stimolo-pipì”, rimangono immutate con il passare degli anni.

Viaggiando all’estero, non mi è mai capitato di vedere – per lo meno non con la frequenza che noto in Italia – uomini adulti fare pipì in ogni angolo del suolo pubblico.

Ripenso alle volte quando in giro con mia suocere fingevo di non vedere o peggio, spiegavo situazioni che in America sarebbero prerogativa di uno strato sociale disagiato. 

Perché allora il nostro belpaese è popolato da beicafoni?

Sarà perché i maschi italiani si portano dietro qualche problemino irrisolto dei tempi della pubertà? O perché fino agli anni settanta un discreto numero di famiglie non aveva ancora il bagno in casa? O semplicemente perchè noi italiani abbiamo un senso del decoro diverso dagli americani o scandinavi?

Difficile trovare risposte che abbiano un senso.

E siccome vedo improbabile sperare in un repentino cambio di tendenza, l’unica cosa da fare è quella di fare attenzione a chi si dà la mano.

Annunci

Un pensiero su “Mi scappa la pipì

  1. dalle mie parti fortunatamente abbiamo un sacco di gabinetti pubblici, forse per questo non se ne vedono in giro molti… (vi sono applicazioni apposta per i cellulari in cui sono indicate le distanze… ) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...