Nudo è bello?

nudismo

Nelle diverse case in cui abbiamo vissuto non c’era mai una vasca da bagno, di quelle grandi dove puoi spaparanzarti per il lungo, cosparsa di schiuma e con candele profumate ai bordi. 

Errata corrige. Nell’ultima casa avevamo una di quelle infime vasche da bagno anni sessanta, quelle piccole con la seduta, dove anche con un po’ di fantasia e molta forza di volontà, si finiva per fare il bagno nella posizione del loto

Da quando la danza della ‘purificazione’ non tocca solo noi – che non siamo particolarmente sensibili alla tematica – ma pure le nostre figlie, ci si è dovuti cimentare in acrobazie degne del circo Orfei, per entrare in due (a volte in tre) nella doccia 1×1.

Le rare volte che viene delegato mio marito al lavaggio filiale (mi sono autoimmolata alla carica di docciante ufficiale) si presenta in corsia con il costumino alla Gianni Agnelli, onde evitare di mostrare Sua Grazia in pubblico.

Io vengo da una famiglia dove la nudità non non era un problema, – e i figli di genitori molto giovani probabilmente son tutti passati attraverso la stessa “iniziazione” – e dove non ci si dava pensiero nel girare per casa nudi o se la porta del bagno non era chiusa a chiave.

E nonostante non presenti patologie da trauma infantile (parola di tre strizzacervelli) ora che a mia volta sono diventata madre, non mi sento a mio agio nel seguire la strada da cui sono venuta, confermando per altro il giudizio secondo cui quelli più liberali diventano, invecchiando, i più conservatori.

Qual è la linea di demarcazione tra vivere il sesso con pudore o mettere in piazza tutto quanto?

Quando troppo è troppo?

Nello scrivere queste righe mi è tornato alla mente il racconto di un’amica in vacanza in un campeggio per nudisti in Croazia. In ferie con la famiglia di sua sorella, madre di due maschi di tre e sette anni, giravano tutti allegramente e rigorosamente nudi. In piscina era vietato il costume da bagno e nel salone ristorante ci si poteva al massimo portare un asciugamano per coprire la sedia… 

Al di là del primo imbarazzo nel vedere i rispettivi cognati nel loro aspetto primoridale, gli adulti e i bambini più piccoli si sono ambientati nel giro di qualche giorno.

Il figlio più grande della sorella invece, ha mostrato di non gradire il quadretto naturista, palesando disagio e imbarazzo. Dopo tutto, anche se la natura ci fa venire al mondo nudi, vivere senza vestiti, non è l’elemento naturale dell’uomo moderno. 

Ricordo a Formentera i molti defilè di nudisti a passeggio, mentre giocavano carte, leggendo il giornale, raccogliendo qualcosa dalla sabbia, prendendo il solo comodamente supini…e benchè nel profondo li ammiri per lo spirito indomito che non riuscirei ad avere nemmeno alla soglia del coma etilico, non ho mai pensato, rasentando l’estasi: “Ah, ma guarda che bell’uomo nudo”.

La bellezza estetica ha milioni di sfumature, almeno quante gli esseri umani, tuttavia l’apparato genitale non rientra tra queste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...