Il paese è piccolo e la gente mormora

Quando un bisogno pratico e pressante chiama, il paese piccolo risponde.

Negli ultimi giorni, immersi nel delirio di una ristrutturazione piena di colpi di scena, abbiamo spesso avuto bisogno di consigli, mani sapienti, consulenti, cavi della batteria, soluzioni dell’ultimo minuto, ed in quattro e quattr’otto i problemi si appianavano come per magia.

Nel paese piccolo la risoluzione ad una rogna è a portata di mano, generalmente a un paio di rotonde e qualche valle di distanza.

Perché c’è sempre l’amico dell’amico che è socio col fratello della suocera, che è cognato dello zio; tanto che a tener dietro alle parentele ci si addentra in un insieme di scatole cinesi dalle quali uscirne può rivelarsi un vero grattacapo.

Ma un paese piccolo può diventare anche opprimente.

Quando T. era in forma, conosciuta da tutti e rispettata dalla comunità, tutto filava liscio come un ingranaggio ben oliato, ma quando le cose sono improvvisamente cambiate, quegli occhi aperti pieni di benevolenza si sono trasformati in sguardi inquisitori velati da tiepidi accenni.

I corridoi della città riecheggiano di bisbiglii e congetture mentre la comunità maligna, sollevata di non essere l’interprete della pièce.

I luoghi una volta accoglienti, si tramutano in pubbliche gogne zeppe di sagome conosciute divenute ore estranee.

la gente mormora

In un paese piccolo capita anche che tre lavoratori di fuori, dopo dieci ore a spaccare sassi, e dopo essersi rifocillati a dovere con delizie locali, se ne vadano a farsi un giro al bar del paese. E sistemati in una saletta interna, bevano un caffè e giochino alle macchinette per vincere qualche soldo e risanare i debiti di uno stato senza quattrini. E che nel giro di poco, gli vengano chiesti i documenti da una pattuglia di carabinieri avvisata da qualcuno dentro il locale, proprio come tre delinquenti comuni, perchè “non li si era mai visti prima da queste parti”.

Già, il paese piccolo ti tende una mano e ti aspetta una spanna più in là, ma quando esci dalla strada maestra, fa presto a levare la zampa.

Chi viene per andarsene quasi subito o chi ci arriva da molto lontano, continua imperterrito con la vita di sempre, .

Ma quelli che vi appartengono, rischiano di venirne risucchiati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...